Se sembra che mi dilungo su Mercury e il batterista Taylor è perché ti colpiscono tra gli occhi come i due autentici creatori dell'immagine nella band.

Taylor è quello attraente con classe, mentre Mercury è il tipo dall'aspetto cattivo con emozioni. Lui si descrive 'volgare' sul palco, ed è vero - solo il modo in cui sculetta sul palco dice 'passeggiatrice, troia, puttana". Infatti, quando canta il bis di 'Big Spender' e urla 'Non faccio saltare il tappo per tutti', fareste meglio a credergli.

Abbastanza stranamente, Mercury, che si è dichiarato poseur e dandy, dice che non hanno un gran seguito di gay. "Non riceviamo lettere da persone gay o cose del genere, però ho ricevuto lettere da persone che dicono che sembro molto cattivo". Vero, sembra cattivo e se studiate le parole sul loro secondo album, con i loro accenni di tuoni e fulmini, sfidando le leggi della natura e gli orchi inizi a chiedertelo. " Mi piace che la gente abbia le proprie interpretazioni sulle mie canzoni. In realtà, sono solo storie di fate. La scorsa notte ( a Sunderland) mi sentivo davvero cattivo quando sono andato sul palco - quando sono là fuori sono davvero nel mio mondo, vado lassù e mi diverto. è la partecipazione del pubblico che conta e la scorsa notte sono stati davvero grandi, sentivo che sarei potuto andare tra il pubblico e fare baldoria. Solo Freddie Mercury fa l'effemminato sul palco e si diverte'.

E' stato difficile il passaggio dall'essere una band di supporto, a diventare i nomi di punta di un proprio tour britannico?

"La responsabilità adesso è nostra, ma ho sempre pensato a noi come un gruppo di testa. Suona molto esaltato, lo so, ma è così che è. L'opportunità di suonare con i Mott è stata grande, ma sapevo dannatamente bene che nel momento in cui abbiamo finito il tour che, per quanto riguarda la gran Bretagna, saremmo stati il gruppo di testa'.

Si mette molto in posa sul palco, sembrando cattivo alla massa assemblata intorno al palco, prima di posizionarsi lateralmente, tenendo la testa di profilo per alcuni secondi, scuotendo all'indietro i capelli. Tutta roba buona. E il bello deve ancora arrivare se tira fuori altre idee: "Mi piacerebbe essere portato sul palco da sei attraenti schiavi con le palme e tutto il resto"

Era stato consigliato, che inizialmente, i Queen avrebbero dovuto sedersi e lavorare scientificamente su cosa c'era bisogno commercialmente nel business della musica.

Sembrano estremamente suscettibili sul fatto di essere accusati di essere saliti sul carro dei vincitori del glam rock ( 'Ci chiamavamo Queen tre anni fa - prima ancora di Bowie) Mercury, sempre irremovibile, dichiara: "non mi importa cosa dicono, davvero. Penso che la gente abbia detto certe cose su di noi e poi abbia cambiato idea dopo aver ascoltato l'album".

 

Freddie Mercury è un ragazzo abbastanza regolare. Usa regolarmente lo smalto nero di Biba, un regolare eye liner nero e si stira i capelli con una regolare piastra elettrica. Avrete idea di quanto sia stufo di sentirsi dire che i Queen saranno grandi - lui ritiene di essere una star ora e sfoggia quell'evidente atteggiamento da star come un paio di pantaloni molto attillati.

Freddie non è un invertito, è solo effeminato. Chiedetegli se è frocio e ci girerà intorno e dirà ' Sono gay come un narciso, caro' ( ha l'abitudine di dire 'caro' alla fine di ogni frase). Il batterista Roger Taylor commenta: " Freddie è solo se stesso: solo effeminato, davvero."

A parte Nick Kent, che descrive il loro primo album come un "secchio di urina", i Queen hanno avuto pochi accenni sul New Musical Express - eppure, anche così, in un sondaggio dei lettori sono riusciti a raggiungere il secondo posto nella classifica dei 'migliori nuovi gruppi'. Questa settimana il loro singolo 'Seven Seas Of Rhye' debutta nelle classifiche a pochi giorni dall'uscita. E presto seguirà senza dubbio il loro secondo album 'Queen II' . Per i Queen sono grandi affari, e per quanto tu li possa odiare, loro ti confonderanno con la loro grandezza.

Ci sono soldi dietro per iniziare. Per una band che è ancora sul punto di fare bei quattrini, hanno ottenuto una sorprendente quantità di attrezzatura e un impianto luci di cui sarebbe geloso anche David Bowie. Hanno anche una dotazione professionale che ti fa chiedere perché gli ci è voluto così tanto tempo per arrivare dove sono adesso. Ognuno di loro è accademicamente brillante; tutti hanno una laurea e, visto che a nessuno piacciono i furbacchioni, essere al di sopra della media di intelligenza gli ha aiutati ad evitare di essere imbrogliati.

'Nel momento in cui facemmo una demo, eravamo consapevoli degli squali', dice Mercury. 'Avevamo tante strepitose offerte da gente che diceva " Faremo di voi i prossimi T Rex", ma eravamo molto, molto attenti a non cascarci. Abbiamo letteralmente provato con ogni compagnia prima che finalmente ci sistemassimo. Non volevamo essere trattati come una comune band.'

E, ancora, i Queen sono molto irritati dall'essere descritti come una montatura. 'E' una stupidaggine dire che fossimo una montatura,' afferma Taylor ' Abbiamo iniziato facendo dei piccolissimi concerti e solo dopo abbiamo pubblicato un album. Non c'è stato nessun gran botto pubblicitario ne niente del genere. Ora i Cockney Rebel - la loro pubblicità è venuta prima che facessero qualcosa'

Cambridge Corn Exchange è uno di quei posti che sono pieni di spifferi, ma ha una certa atmosfera. E anche quando i Queen iniziano uno spettacolo c'è una certa eco.

In questo stabilimento i fans dei Queen hanno l'aspetto degli altri fans, eccetto il fatto che indossano dei cappotti. E prima che tu sappia dove ti trovi, il posto viene oscurato, la melodia iniziale di 'Procession' ( dal loro nuovo album) inizia a suonare e solo dopo le luci si spostano su Mercury che inizia a cantare 'Father To Son'.


Puoi leggere anche

    s

© 2017 QueenHeaven / Privacy Policy / Cookie Policy / Note Legali